Home

Progetto Cormorano (Phalacrocorax carbo)


A partire dal 1970 la popolazione europea di Phalacrocorax carbo ha iniziato ad incrementarsi espandendo notevolmente il proprio areale nel mediterraneo e colonizzando nuovi siti di svernamento. L’Italia meridionale rientra tra i siti preferenziali di svernamento con popolazioni anche cospicue che di recente hanno conosciuto una significativa espansione dell’areale.
Recenti indagini sulle popolazioni svernanti di Phalacrocorax carbo in Campania suggeriscono una netta preferenza verso gli ambienti umidi interni rispetto alle falesie e zone antropizzate marine (Ricchi, 1999, Fraissinet et al, 2003), non riscontrando, inoltre, nessun dormitorio ricadente all’interno del Comune di Napoli.
Recentemente, durante il I Convegno ARCA “La natura in Campania, aspetti biotici ed abiotici”, il C.S.I. Gaiola ha presentato i risultati di uno studio preliminare condotto sulla popolazione di Cormorani frequentanti il litorale comunale di Napoli, dimostrando l’esistenza, nell’area compresa tra Posillipo e Nisida, del più grande sito di svernamento di Phalacrocorax carbo in Campania (Simeone, 2005). Accanto ai dati numerici sono state svolte anche indagini eco-etologiche sulla popolazione svernante che hanno contribuito ad aggiungere nuove informazioni sullo svernamento di tale specie in ambiente costiero, fino ad ora assai scarse.
I dati emersi da tale studio sono stati salutati con grande entusiasmo dalla comunità scientifica ornitologica italiana tanto da conferire a questo lavoro il Premio Gianguido Gorlier 2004.
Questi risultati hanno spinto il C.S.I.Gaiola ad approfondire le indagini sullo svernamento di tale specie sulle nostre coste, ritenendo i dati attualmente disponibili ancora scarsi proprio per le difficoltà di indagine legate all'inaccessibilità da terra di ampi tratti di costa rocciosa della nostra Regione ed alla necessità di effettuare, quindi, tali studi via mare con le difficoltà pratiche ed economiche che ne derivano. Già nell'inverno 2004/05 il CSI Gaiola ha allargato l'area di indagine alle coste rocciose del settore occidentale del litorale flegreo. I risultati di tale indagine sono stati presentati durante il XIII Convegno Italiano di Ornitologia (Varallo Sesia (VC), 29 Settembre - 2 Ottobre 2005): Simeone M., Masucci P., 2005 - Studio sullo svernamento del Cormorano Phalacrocorax carbo L. in ambiente marino (Golfo di Napoli). Avocetta, 29:213.
Per la stagione di svernamento 2005/06 il progetto di ricerca sarà esteso a tutte le coste campane la cui tipologia d'habitat possa rappresentare un idoneo sito di svernamento per tale specie.
 

Phalacrocorax carbo - © Maurizio Simeone 2004